Roberta Ragozzino

Roberta Ragozzino (Bolzano 1969), la sua formazione pittorica è iniziata nel 1991 con la pittrice Luisa Gram Cermi-gnani, che per prima le ha trasmesso la tecnica ed il fascino del colore. Ha accresciuto successivamente le proprie conoscenze artistiche frequentando i corsi di acquarello con la pittrice Alma Olivotto, gli artisti viennesi Konrad Pla-negger e Heribert Mader, la pittrice Tina Stremlau ed il Pittore spagnolo Pedro Cano. Ha frequentato altresì un corso di disegno-ritratto e nudo col maestro Ciro Saetti ed un corso di nudo con l’insegnante Peter Pellegrini. Dal 1997 si avvicina al mondo della fotografia frequentando un corso presso il Fotoclub Bolzano del quale da allora fa parte, partecipando a numerosi workshop dedicati alla ripresa ritrattistica e allo studio dello spazio compositivo tenuti da esperti fotografi e docenti delle Accademie delle Belle arti di Bergamo, Verona e Venezia. La sperimentazione digita-le permette a Roberta Ragozzino di combinare l’acquerello con la fotografia in un’unica opera, nella quale ciò che non vuole essere dipinto lascia spazio allo scatto fotografico e viceversa. Vive e lavora a Bolzano.

30_artoteca_ragozzino.jpg
Inquietudine (ARTT30)
52_artoteca_ragozzino.jpg
Inquietudine (ARTT52)
artt122_ragozzino_shadow.jpg
Shadow (ARTT 122)