Elisabetta Vazzoler

(Treviso 1967)
Si è formata a Venezia, con studi sulla storia del teatro e del cinema presso l’Università di Ca’
Foscari. Nella città della laguna ha maturato esperienze nei settori del restauro e della grafica
pubblicitaria. Trasferitasi in Sicilia, si è diplomata presso l’Accademia di Belle Arti di Catania
e ha iniziato l’attività espositiva partecipando ad alcune mostre collettive, conseguendo
nel 1998 il Premio Inner Wheel. Dopo essersi stabilita in Alto Adige, si dedica regolarmente
all’insegnamento, si iscrive all’Associazione degli Artisti ed intensifica l’attività espositiva. Tra
le sue principali mostre presso la Galleria Civica di Bolzano: Stanze (a cura di B. Bottacin) 2007;
Moduli: luoghi e percorsi (a cura di M. Cossali) 2008; Moduli: singolare — plurale (a cura di B.
Bandini) 2011; Moduli 2012: La gioia e l’azzardo “L’improvvisazione” (a cura di D. Isaia) 2012. Nel
2009 partecipa a Ritorno all’ordine, (a cura di A. Fermo) presso L’immagine Art Gallery, Milano
e nel 2012 ad Alfacentauri, Parma.
Tra le presenze su invito, da segnalare: Primo salone dei pittori siciliani contemporanei (Palermo
1998); Segnali all’orizzonte (a cura di G. Bartorelli e S. Schiavon), Casa dei Carraresi, Padova
2000. Fra le sue principali mostre personali: Sei x Sei foyer del Centro Culturale Claudio Trevi,
2007, Bolzano; I colori del silenzio (a cura di Franco Batacchi) Galleria Perl’A, Venezia 2009. Sempre
a Venezia ha partecipato a collettive presso la Galleria Perl’A: Do you remember?, 2009;
Multipli e grafica internazionale — Capolavori del contemporaneo, 2010; Tante belle cose 2,
2010; Pittura e scultura oggi — Grafica internazionale e multipli, 2011 e Ai limiti della Figurazione
nel 2012. Vive e lavora a Bolzano.

22_artoteca_vazzoler.jpg
Interno rosso 1 (ARTT22)
53_artoteca_vazzoler.jpg
Interno verde 2 (ARTT53)
artt79_vazzoler-interno-rosso-2.jpg
Interno rosso 2 (ARTT79)
artt89_vazzoler_interno-rosso-3.jpg
Interno rosso 3 (ARTT 89)