Gianni Purin

(Mezzolombardo 1924 - Bolzano 2016)

Si trasferisce a Bolzano nel 1934. Sin da ragazzo ama l’arte e la grafica. Negli anni ’70 si dedica
ad una pittura dal sapore vagamente spazialista. Superata l’età matura, abbandona la pittura
ed ogni inerzia sociale per diventare un astronauta. Si esercita alla sua nuova pratica attraverso
la scultura, la meccanica e raramente il collage. In anni recenti la sua produzione visionaria
ha attirato l’attenzione della critica affascinata da una poetica onirica e fuori da ogni schema.
Nel 2012 ha fatto parte del gruppo di artisti emergenti di Panorama4, Arte nuova in Alto Adige.
Fra le sue altre mostre recenti si segnalano la serie fra il 2009 e il 2012 presso la Associazione
degli Artisti di Bolzano, le collettive 12 Artisti, Bolzano e Moduli 2 — Cosmos, Galleria Civica di
Bolzano.

05_artoteca_purin.jpg
Personaggio 2 (ARTT05)
06_artoteca_purin.jpg
Astrale n. 1 (ARTT06)
07_artoteca_purin.jpg
Astrale n. 2 (ARTT07)
27_artoteca_purin.jpg
Personaggio 1 (ARTT27)
62_artoteca_purin.jpg
Nello spazio (ARTT62)
68_artoteca_purin.jpg
Passaggio a livello (ARTT68)
artt86_purin_tamburino.jpg
Il tamburino (ARTT 86)
artt88_purin_c-efesta.jpg
C'è festa (ARTT 88)