Renato Sclaunich

(Villesse, 1697)

Dal 1996 vive a Bolzano e altrove. Poeta, poeta visivo, musicista, insegnante, è laureato in
Pedagogia indirizzo Psicologico; successivamente ha conseguito un Master in Clinica della
Formazione e specializzazioni di varia natura tra cui una Masterclass in regia teatrale secondo
il metodo Stanislavskij e un diploma in Musicoterapia. Tra il 2003 e il 2004 fonda il collettivo
instabile Zwiebeltruppen. Sue opere di poesia visiva sono presenti nei seguenti archivi:
Archivio Anna Boschi, Archivio Internazionale Ambasciata di Venezia, Archivio Internazionale
Mail Art CERIS, Vortice Argentina, Reine Shad (Francia), Archivio Le Sous Bois (Limoges, Francia),
Brain Cell Ryosuke Cohen, Boek 861 (Spagna).

21_artoteca_sclaunich.jpg
Costellazioni (ARTT21)
23_artoteca_sclaunich.jpg
Blue (ARTT23)
67_artoteca_sclaunich.jpg
Fa la cosa giusta (ARTT67)
artt121_sclaunich_lavorare.jpg
Lavorare stanca (omaggio a C. Pavese) (ARTT 121)
artt124_sclaunich-renato_the-end.jpg
The end (ARTT 124)
artt_138.jpg
Brain at work (ARTT 138)