Giovanna da Por

(Bolzano, 1946)

Compie gli studi artistici a Carrara e successivamente ottiene l’abilitazione all’insegnamento di disegno e
storia dell’arte. Insegna queste discipline presso il liceo scientifico E.Torricelli di Bolzano. Nel 1984 apre lo
studio e inizia a dipingere ad encausto, con terre d’affresco spatolate, grandi cicli compositivi di dimensione
parietale su tavole. Lavora per grandi masse prediligendo il peso del colore alla prospettiva. Sono donne
polena che portano sulle spalle le navi, metafora della fatica delle donne, città lanciate su lastre nello spazio, golfiste in pose ieratiche. Viene selezionata da Piero Siena per la mostra Panorama e Panorama nel
1987 con l’opera “VIA RUBBIA”, partecipa inoltre a numerosi concorsi e manifestazioni nazionali e
internazionali ricevendo ottimi riconoscimenti. Si possono trovare le sue opere presso edifici pubblici,
chiese e residenze private in Italia e all’estero. La sua è un’arte autoingaggiata che affronta i temi del
nucleare, l’ecologia e le guerre e i problemi delle donne. Dal 2000 lavora con carte veline indurite con
resine, reti per zanzariere e altri materiali trasparenti.

time-code-in-centro-storico-bz.jpg
Time Code - Centro Storico (ARTT179)